h1

Amati e non compresi

12 aprile 2013

Donna Valentina parlava poco, guidata dal sicuro istinto di coloro che si sentono amati senza sentirsi compresi. Custodiva in un cofanetto una collezione di pietre dure intagliate greche di cui molte erano decorate con nudi. A volte saliva i due gradini che conducevano al profondo vano delle finestre per esporre la trasparenza delle sardoniche agli ultimi raggi del sole e, avvolta dall’oro obliquo del crepuscolo, lei stessa appariva diafana come le sue gemme.

Anna abbassava gli occhi, con quel pudore che nelle fanciulle devote si accentua ancor più col sopraggiungere dell’adolescenza. Donna Valentina diceva, col suo vago sorriso: “Tutto ciò che è bello si illumina di Dio”.

Con loro parlava in toscano, loro rispondevano in spagnolo.

 

 

Maurguerite Yourcenar,

da “Anna, soror…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: