h1

Stretto

6 ottobre 2012

(…)

Và. La tua ora

non ha sorelle, tu sei

sei a casa.

 

Paul Celan, “Stretto”

Annunci

5 commenti

  1. tu sei a casa….mi piacerebbe fosse sempre così


  2. Io forse sto cominciando a capire dov’è, casa. Non è poco.


  3. E’ una domanda che mi faccio spesso. Non ho una risposta, ma credo che vada cercata non in un luogo, ma in persone e per quanto mi riguarda animali.

    Avere cominciato a capire e’ gia’ moltissimo per anime erranti come siamo noi.


  4. Passeggiatebrevi sono io, Fabio. WordPress resta per me un mistero della fede.


  5. @Fabio: Essere o non essere a casa secondo me è una condizione dell’anima, che primariamente riguarda il sentirsi o meno completi, connessi – col proprio corpo, con la propria memoria (e memoria del proprio corpo), col proprio passato. Un senso di continuità del Sè. Esistono luoghi, e persone, che contribuiscono a questa completezza. Almeno per me, questi luoghi sono spesso legati alla mia cultura d’origine: radici. Ma non sempre: possono anche essere luoghi che scopro insieme a persone che amo. Li sono a casa. Forse.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: