h1

Toutes les nuits

6 giugno 2012

 

Toutes les nuits, tu m’es présente

Par songe doux et gracieux.

Mais tous les jours, tu m’es absente

Qui m’est regret fort ennuyeux.

Puis donc que la nuit me vaut mieux

Et que je n’ai bien que par songe,

Dormez de jour, ô pauvres yeux!

Afin que sans cesse je songe.

Annunci

9 commenti

  1. Non so il francese e non mi andava di usare il traduttore di google ma a intuito e a senso questi versi mi piacciono


  2. Non è una poesia


  3. come no, è un sonetto (spenseriano)! bello….da qui non accedo al tubo, poi provo da casa


  4. una traduzione che ho trovato nel mio hard disk (non ricordo se l’ho fatta io o qualcun altro), viene da uno spettacolo progettato e mai rappresentato che aveva per titolo proprio il titolo di questo brano:

    Tutte le notti tu ti presenti a me/ in sogni dolci e delicati,/ Ma di giorno sei assente, / e ciò mi provoca un forte dolore; / Dunque che la notte mi favorisce,/ e sto bene soltanto sognando./ Dormite di giorno, poveri occhi/ così che io non smetta mai di sognare.

    io preferisco questa versione corale:


  5. Dolcissimo il testo, e mirabile la musica di Janequin, che preferisco nella versione a più voci proposta da Francesco.


  6. @Zefirina: È francese antico, non so neanche se google translator lo capisce…
    🙂

    @Animapunk: Ma quello spenseriano non sono tre quartine e un distico? Mah.

    @Francesco: Grazie per la traduzione, e per avermelo fatto conoscere (tanti anni fa!)

    @Tania: Lo so che la versione polifonica è più bella. È incomparabilmente più bella. È la prima che ho ascoltato. Ma mi piaceva, per una volta, la voce sola.


  7. ah ecco, non mi ricordavo se te l’avevo fatta ascoltare io o no.
    comunque anche il testo è di Jannequin, un cantautore dell’epoca!
    epoca meravigliosa in cui non esisteva neppure il concetto di specializzazione…


  8. ah Josquin…che meraviglia! non so che farei se nei miei momenti in chiaroscuro non avessi la sua musica…


  9. @Francesco, Henry: Questa canzone mi ricorda un viaggio in macchina da Nizza alla Toscana noi tre, e quivi ragionando in sul cammino parlavam noi di Josquin e di Gesualdo da Venosa…
    🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: