h1

Risorti

6 aprile 2012

Torneremo nella città sull’acqua. 

 

Non in sogno, alti su golfi

di cieli inversi come conche

colme di stelle pulsanti

illusioni

 

Non senza peso, gracili in volo

le ossa vuote come calami

le piume malamente incollate ai vestiti

icareggianti frasi verso lune di carta

 

Non nei laghi della memoria, immersi

in acque basse e legnose

inginocchiati nel limo a scavare

fertili, tiepidi ricordi

 

Vi torneremo risorti.

 

Interi di corpo e di voce

di bianche carni ed esultanti pori

senza pietà, affamati di vento di laguna

capaci di rughe, aliti, carezze

avidi di altezze soleggiate

e sarà di nuovo il mattino 

nella stanza di passo

l’incresparsi di specchi sul canale

e le rose dell’alba

e i nostri nomi

freschi

da sciogliere in bocca

Annunci

10 commenti

  1. Toccante, grazie!

    Serena Pasqua, Arte, a te e alle persone a te care, ciao


  2. Anche a te, Ondina.


  3. uffa ma non è giusto!
    appena inizio a pensare che forse è arrivato il momento di pubblicare qualcosina arrivi tu con questa meraviglia e mi fai sentire uno scolaretto…

    capaci di rughe, aliti, carezze mi piace moltissimo!

    buona pasqua (anche se in ritardo)


  4. Henry, amò, ma se stiamo ad aspettare che tu pubblichi qualcosa ci vengono davvero le rughe!!

    Ma quale scolaretto, seeee…. mi piacerebbe davvero leggere dopo tanto qualcosa di tuo.
    Grazie.


  5. E’ molto bella. Mi ricorda un po’ le cose che mi mandavi per lettera, qualche vita fa.


  6. Grazie, Laura!
    Occhio che se mi dici così potrebbero arrivarti valanghe di cose…

    (povera te!)

    Più prosa, però. I pochi versi che scrivo li pubblico quasi tutti qui (poveri voi)


  7. ti leggo sempre volentieri, lo sai – soprattutto prosa, che capisco meglio e tra l’altro mi manca (riesco a comprare solo saggi, non so perché. Vorrei leggere anche altro, ma tranne pochissime eccezioni non trovo nulla che mi attiri)


  8. Allora provvederemo…

    🙂


  9. Bellissimo il lieve crescendo del finale!


  10. @Tania: Far leggere poesie ai musicisti dà sempre molta soddisfazione perchè colgono la dinamica.
    Grazie!



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: