h1

La risposta

26 luglio 2011

Ieri siamo andati alla manifestazione per le vittime di Utøya, che si è tenuta in ogni città della Norvegia. Sotto una pioggia insistente abbiamo ricordato “la meglio gioventù” e ascoltato le parole del principe ereditario: “Abbiamo scelto di rispondere all’orrore con lo stare vicini”. Fiaccole, rose rosse, volti noti: un’anziana vicina, un collega con la bicicletta portata a mano, il mio compagno coi capelli bagnati e una giacca a vento rossa che non gli ho mai visto prima.  Manca il volto di G,  17 anni, una ragazza bellissima che incontravo spesso in autobus. Il Macellaio in Uniforme le ha sparato a Utøya, con proiettili esplosivi, e di quel volto non resta nulla.

Un barbone ubriaco, per qualche oscuro motivo, sente il bisogno insopprimibile di scegliermi come compagna di corteo. Si appoggia a me, circondando col suo braccio magro le mie spalle. Piange. Alla mia destra, sento una voce che mi chiama per nome. Accanto a me c’è il ministro delle risorse petrolifere, che conosciamo dai tempi in cui faceva il politico in questa città, che è la sua. È lì, senza scorta, tra la folla, un vecchio ombrello nero e la faccia giovane e segnata.

Abbiamo continuato a camminare accanto, io lui e il barbone. “Stasera le strade sono piene d’amore.”

Annunci

14 commenti

  1. ho i brividi… mi mancano, però, le parole.


  2. Non importa.


  3. Poi c’e’ qualcuno a cui le parole non mancano:

    http://tv.repubblica.it/politica/borghezio-idee-di-breivik-condivisibili/73350?video=&ref=HREC1-1

    Vorrei che su Repubblica pubblicassero, invece, i tuoi scritti, perche’ avessero l’esposizione che meritano.

    Questo post e’ dolce-amaro, bellissimo.


  4. Feltri, Borghezio… sai Fabio che io me ne vergogno profondamente? Anche solo perchè abbiamo lo stesso passaporto, e penso che sia l’unica cosa che ci accomuni. Una vergogna abissale. Non so se a te capita, ma quando senti dire certe cose vorresti scomparire.


  5. già, purtroppo i nostri “incontri quotidiani” sono ben altro. spero almeno che all’estero si dimentichino un po’ di noi, che non raccolgano tutto quello che succede e che si dice.


  6. Bè, Animapunk, io spero nelle barriere linguistiche. Sicuramente, non contribuisco a diffondere. Infatti sto ancora pensando a quel commento di ieri dove mi si dice che l’articolo di Feltri è stato spedito (magari tradotto!) all’ambasciata di Norvegia… cos’è? masochismo? sadismo? sadomasochismo?


  7. No, solo presunzione e ignoranza. In questa parte di mondo abbondano.


  8. che lezione di civiltà, le tue parole!


  9. @Arya: Benvenuta in questi luoghi. Ci tengo a precisare che le parole tra virgolette non sono mie, ma del principe ereditario di Norvegia.
    🙂


  10. Ciao Artemisia,
    è passato tanto tempo. Quando torni dalle vacanze (buone vacanze!) dimmi cosa ne pensi di questo articolo, lo condividi?
    http://www.keinpfusch.net/2011/07/norwegia.html


  11. Daniele, ti rispondo prima di partire, e ti rispondo con una domanda molto semplice: come puoi anche solo ipotizzare che io possa condividere l’articolo di questo deficiente?


  12. Perché mi suonava assai strano, tant’è che leggerlo mi ha turbato, ma me l’ha segnalato una persona che stimo… per questo volevo sentire anche te. Tutto qui.
    Non mi piacciono le generalizzazioni e quell’articolo è una generalizzazione dall’inizio alla fine. Hai da segnalarmi un qualsivoglia link (in italiano possibilmente, o al più in inglese) dove si parli in modo antropologicamente e culturalmente serio, e senza generalizzazioni apodittiche, del carattere dei Norvegesi?
    Ciao e buone vacanze


  13. A me pare che basti ad esempio leggere qualsiasi parola pronunciata del primo ministro norvegese dopo il 27 luglio per avere sufficienti informazioni sul “carattere” dei norvegesi.
    Arte

    buona estate a te


  14. Ok Arte, mi sento forte del tuo sentimento e delle tue parole per spiegare al mio amico perché quell’articolo è spaventosamente riduttivo. Scusa se ti ho tirato in ballo e, ancora, buone vacanze a te e a tutta la tua famiglia.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: