h1

Ex voto

18 ottobre 2010

Accade che le affinità d’anima

non giungano ai gesti e alle parole

ma rimangano effuse come un magnetismo.

É raro ma accade.

Puó darsi che sia vera soltanto la lontananza,

vero l’oblio, vera la foglia secca piú del fresco germoglio.

Tanto e altro puó darsi o dirsi.

Comprendo

la tua caparbia volontà di essere sempre assente

 perchè solo così si manifesta la tua magia.

Innumeri le astuzie che intendo.

Insisto nel ricercarti nel fuscello

e mai nell’albero spiegato,

mai nel pieno, sempre nel vuoto:

in quello che anche al trapano resiste.

Era o non era la volontà dei numi

che presidiano il tuo lontano focolare,

strani multiformi multanimi animali domestici;

fors’era così come mi pareva o non era.

Ignoro

se la mia inesistenza appaga il tuo destino,

se la tua colma il mio che ne trabocca,

se l’innocenza é una colpa oppure si coglie sulla soglia dei tuoi lari.

Di me, di te tutto conosco, tutto ignoro.

(Eugenio Montale)

Annunci

11 commenti

  1. Comprendo/la tua caparbia volontà di essere sempre assente/ perchè solo così si manifesta la tua magia

    questi versi li comprendo anche io appieno


  2. Vedi?


  3. Splendida…
    Il fatto è che più la rileggo, più mi sembra amara, possibile? Ma no, ignorare è la salvezza, infine.


  4. @Tania: Anch’io l’ho riletta tante volte, ma a me non pare amara. Mi pare che parli di qualcosa che succede raramente, e di cui può essere difficile capire i meccanismi, e anche, forse, poco interessante capirli. E può darsi che sia vera soltanto la lontananza, ma va bene così.


  5. Ma che cos’è lontananza, se spesso, e anche qui, ho sentito dire: si può essere vicini ma lontani.
    E, all’opposto, che una catena montuosa o mille miglia di mare non possono impedire a due anime di saldarsi quotidianamente.
    E’ raro, ma accade.


  6. @JFK: La lontananza è uno stato d’animo.


  7. La magia che si alimenta della lontananza.
    Cheppalle, pero’.
    (scusa lo sfogo)


  8. che bello tornarti a leggere. che fantastiche che sono le parole e le visioni che appaiono da questa poesia. e che bello uscire da Fb dove al massimo puoi dire “Like o unlike”!


  9. @Rob: Prego, sfogarsi è salutare!
    Non è esattamente questo, però.

    @Roberta: Facebook va bene per “like e unlike”, non chiediamogli di più che non è in grado. Esci più spesso!


  10. Incantato… credo di averla già letta molti anni fa, ma non mi aveva colpito quanto adesso. Evidentemente la vita mi ha lasciato solchi in cui questi versi ora possono germogliare…
    Te li rubo! 🙂


  11. Ciao Daniele! È capitata la stessa cosa a me. È la seconda volta che pubblico questa poesia su Pioggiablu a distanza di anni. La prima volta scava, la seconda germoglia. Non c’è due senza tre (se non chiudo prima).

    🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: