h1

Corpo a corpo

18 marzo 2009

maninafuturafoto: maninafutura

Ultimamente ho pensato troppo all’anima.

È ora di pensare anche al corpo.

Anzi, di non pensarci proprio, di goderselo e basta.

Annunci

19 commenti

  1. Sono le mie bambine, le ho riconosciute.


  2. Ciao!! Che strano qui… ci entro ora… ma come stai? Io.. sono ancora viva (e purtroppo non è un modo di dire, mi sono salvata epr miracolo da un incidente stradale, a novembre scorso).
    Beh, ti abbraccio forte
    a prestissimo!!!!
    (grazie del tuo affetto, ho letto i commenti che avevi lasciato da me.. io non potevo rispondere ma col cuore c’ero)
    ire


  3. @Ale: Sono loro, i tajarin!

    @Ire, ciao, bentornata! Avevo capito che era successo qualcosa, ma in questo mondo artificiale è difficile separare la realtà dall’immaginazione. Ma la vita reale è lì, e a volte ci ricorda di esistere.

    Un grande abbraccio cara, sono contenta che stai meglio.


  4. E goditelo tutto! Dal primo all’ultimo cm di pelle
    🙂


  5. Mi sembra un’ottima idea. Però attenta alle lonze.


  6. @Bianca: Dal primo all’ultimo centimetro di sfoglia!

    @Rodo: Le lonze!!!
    😀
    Quant’era che non sentivo questa parola. La diceva sempre Marco, mi ricorda casa. Grazie!


  7. @Arte
    … di goderselo (il corpo) e basta …

    Infatti se c’è una cosa che ti fa sentir viva/vivo è proprio il corpo, anzi, probabilmente, è l’unica cosa che abbiamo di cui possiamo disporre a nostro piacimento … siamo corpi vivi nel mondo e dell’anima … non v’è certezza, chi vuol esser lieto sia!


  8. slurp! come li condisci?


  9. L’erotismo non è soltanto desiderio di un corpo, ma in egual misura anche desiderio di stima. Il partner che avete conquistato, che vi desidera e vi ama, rappresenta il vostro specchio, la misura di ciò che siete e di ciò che valete.

    Milan Kundera, “Amori ridicoli”


  10. @Aldo: Superfluo dire che non sono d’accordo. Se c’è una cosa che ti fa sentir vivo è l’anima e non il corpo, prova ne sia che coloro che per vari motivi fisiologici non percepiscono il loro corpo ma sono cognitivamente intatti sono assolutamente vivi, mentre non è vero il contrario.

    Del nostro corpo, inoltre, non sempre possiamo disporre a nostro piacimento (per prigionia, malattia, vecchiaia, ritmi di lavoro), mentre la mente e l’anima, il pensiero e il sentimento, sono assolutamente liberi di andare dove loro pare.

    A questo punto mi chiedo se il mio sia un partito preso oppure se veramente saimo così diametralmente opposti!
    😀

    @Lophelia: Purtroppo per adesso li ho solo conditi con la fantasia (mi faccio i film), perchè si trovano a Torino mentre io sto nella taiga siberiana…
    Ma se li potessi condire, credo che sceglierei burro e una grattatina di tartufo…

    @Jos: Sono troppo stupida per capirti, restiamo sul tema gastronomico che quello lo capisco.


  11. Brava, non sopravvalutiamo l’anima 🙂

    @Milan Kundera (Jos)
    “…la misura di ciò che siete e di ciò che valete.”
    Ma per favore! 😀


  12. @Arte
    Superfluo dire che io non ho mai visto “anime” disincarnate in giro, ma solo corpi “animati”, cioè vivi. Il corpo è talmente importante che quando viene radicalmente avvilito da una malattia, spesso la persona, pur essendo cognitivamente intatta, chiede di essere lasciata morire (testamento biologico).
    Tu dici: “Del nostro corpo, inoltre, non sempre possiamo disporre a nostro piacimento…”
    In realtà anche se prigioniero, malato, vecchio, abbruttito dal lavoro, io posso sempre avere cura di lui (il corpo), lavandolo, curandolo, per quanto posso, dandogli modo di riposare su un letto o di assumere cibo, accarezzandolo perchè è sempre alla portata della mia mano …
    Quando l’uomo arriva ad odiare il proprio corpo o quello degl’altri vuol dire che ha perso ormai ogni umanità ed è prossimo alla follia (che è una condizione di alienazione (si diventa estranei al proprio corpo), che attiene a quello che tu chiami “anima”)…
    Non parliamo, poi, del rapporto d’amore (sano), che può concretizzarsi solo tramite il corpo e le sensazioni sublimi che lui (il corpo) ci fa provare .. E cosa dire della procreazione di un figlio ?
    Viva il corpo, dunque!


  13. Ciao Artemisia, se ho capito dove volevi arrivare, dove dici:
    A questo punto mi chiedo se il mio sia un partito preso oppure se veramente saimo così diametralmente opposti!
    volevi forse dire “se veramente siano” così diametralmente opposti! non ti correggo per una pignoleria…ma per capire se ti ho intesa nella maniera giusta…
    perchè anch’io credo che non siano diametralmente opposti…
    Ma mi saprai dire qualcosa tu…..
    Io dico che in tutte le cose ci vuole il giusto equilibrio…che non è facile da raggiungere…e che i casini spesso succedono, quando c’è un atteggiamento che si sbilancia da una parte o dall’altra…poi comunque ci sono sempre delle eccezioni considerate tali dall’esterno, ma che sono valide perc chi si vive in quel modo..
    Sempre complico un po’ i discorsi forse..ma ho detto quello che mi è capitato di vivere e di osservare sulle persone che mi sono state in qualche modo vicine.
    Un caro saluto e alla prossima
    Grazie del post…tu riesci comunque sempre ad accendere il fuoco…e questo lo trovo molto femminile!
    Franca


  14. @Frank: Gradito ritorno!

    @Aldo: No, non so proprio cosa possiamo dire sulla procreazione di un figlio, se non che certamente il tema esula da questo post.

    @Franca: Correggimi pure, ho visto il refuso e mi disturba veramente (personalità compulsiva).
    Volevo scrivere “siamo”, e mi riferivo a Aldo.

    Rispondendo a te, io penso che l’anima non sia diversa dal corpo, ma che entrambi siano forme della stessa sostanza (energia), e concordo con te che il loro equilibrio sicuramente è necessario per una crescita armonica della persona.


  15. tajarin… tipica prelibatezza gastronomica dell’isola di Hitra, giusto?
    ciao cara.
    p.


  16. magari la mente, l’anima il pensiero e il sentimento fossero sempre liberi di andare dove pare a loro…costrizioni e carestie non mancano neanche su questo versante. Proprio perché, come tu dici, sono forme della stessa sostanza.


  17. @Paolo: Giusto! I famosi Tajariner fra Hitra, ottimi col prosecco.
    Ciao caro, bentornato su questi lidi (ma che fate, tornate tutti?)

    🙂

    @Lophelia: Hai, come quasi sempre, ragione.


  18. ARTE, stupida tu?
    No, assolutamente no!
    Stupido io a pensare al corpo e non alla gola!

    Jos


  19. Vergogna!
    😉



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: