h1

Il caffè sbagliato

14 maggio 2008

(foto: Lophelia)

“Mia cara Amica, vorrei poterVi dare appuntamento in un altro caffè che non fosse quello sbagliato, dove ci siamo aspettati invano. Ma non so dove si trovi. E temo che più che un comune caffè sia il Caffè con la maiuscola, la sua immagine eterna e immutabile, una specie di idea platonica di Caffè dove il caffè non lo servono.”

Antonio Tabucchi, “Si sta facendo sempre più tardi”

Annunci

16 commenti

  1. tabucchi quanto lo amo, e questo libro non mi ha di certo deluso


  2. Lo dicevo io che non dovevi prendere la Nespresso!


  3. @Zefirina: Tabucchi anch’io lo amo, e questo libro è uno dei suoi più belli.

    @Mucca: Bè io in realtà ero lì in quel caffè che aspettavo George (Clooney ovviamente, what else), poi lui non s’è visto e questo ha ispirato Tabucchi a scrivere quello che ha scritto… e io per consolarmi mi sono comprata la Nespresso.

    😀


  4. Devo supporre che l’accenno di autoironia sia un segno precoce di ritorno alla “norma”?


  5. @Antonio: Oddio dottore, ritorno alla norma sarà difficile visto che non sono normale, diciamo che toccato il fondo si risale sempre, no?

    Bacione con lo schiocco.


  6. sai che non sono mai arrivata alla fine di quel libro?


  7. @Lapilli: Anche il mio Gemello Poeta non ce l’ha fatta…

    Perchè? Interrogativi senza risposta. L’unica cosa che posso dire è che le ultime “lettere” sono le più belle. Quella dell’arpista, ad esempio. Rileggila.


  8. “Spesso c’è il rimpianto di aver rinunciato alla banale, ma rassicurante normalità che sa soddisfare tanti altri uomini, ma a questo si contrappone l’orgoglio della propria memoria, della propria unicità, e della capacità di vivere la quotidianità “come se” si fosse come gli altri, sapendosi diversi.”

    (Grazia Casagrande su Wüz a proposito di questo libro di Tabucchi.)

    Ecco, forse è questo che me lo fa amare.


  9. quota la grazia
    e la magia della foto di lophelia


  10. ero lì anch’io! in quel bar, con il caffè e dolcetti straordinari!!
    è bello poter dire: io c’ero.
    Bacione – mi manchi tanto…


  11. @Zefirina: Magica, sì.

    @Claudia: Sì che c’eri! E tra i dolcetti tu eri una sfogliatella profumata!
    Ma dove sei finita?? Addò staie??

    🙂


  12. ecco, ora io più di tutto, vorrei entrare in un Caffè, e che fosse quello giusto.

    🙂


  13. @Iko: Sì, ma il caffè non lo servono!!!
    Comunque, se dovessi trovare il Caffè giusto, dammi una dritta che mi precipito.


  14. oggi arriva la (terza!) nuova libreria. Potrò tirar fuori i libri dagli scatoloni :).
    Andrò subito a leggere la lettera dell’arpista, mi hai incuriosita.


  15. @Lapilli: “A cosa serve un’arpa con una corda sola quando tutte le altre sono spezzate?”

    Leggi, leggi.

    🙂


  16. lo sto leggendo ed apprezzando molto.
    A pezzi, come il mio solito.
    Grazie per avermelo ricordato 🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: