h1

Hotel Supramonte

2 febbraio 2008

E se vai all’Hotel Supramonte e guardi il cielo
tu vedrai una donna in fiamme e un uomo solo
e una lettera vera di notte falsa di giorno
poi scuse accuse e scuse senza ritorno
e ora viaggi vivi ridi o sei perduta
col suo ordine discreto dentro il cuore
ma dove dov’è il tuo amore, ma dove è finito il tuo amore.

Grazie al cielo ho una bocca per bere e non è facile
grazie a te ho una barca da scrivere ho un treno da perdere
e un invito all’Hotel Supramonte dove ho visto la neve
sul tuo corpo così dolce di fame così dolce di sete
passerà anche questa stazione senza far male
passerà questa pioggia sottile come passa il dolore
ma dove dov’è il tuo amore, ma dove è finito il tuo amore.

E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome
ora il tempo è un signore distratto è un bambino che dorme
ma se ti svegli e hai ancora paura ridammi la mano
cosa importa se sono caduto se sono lontano
perché domani sarà un giorno lungo e senza parole
perché domani sarà un giorno incerto di nuvole e sole
ma dove dov’è il tuo cuore, ma dove è finito il tuo cuore.

Annunci

16 commenti

  1. anche a me rimase impressa questa canzone, l’anno scorso, quando me la portò un’allieva.
    chissà perché…


  2. Ma chissà perchè.


  3. Grazie Artemisia per questa canzone ache adoro.


  4. Anch’io la adoro.
    E’ stato un piacere inaspettato trovarla qui sul tuo blog, proprio prima di andare a dormire.
    Adesso però mi sono svegliata 😀

    Ciao, a presto!


  5. @Dama Verde: Ti ho fatto perdere il sonno con De Andrè? Mi dispiace…

    Ciao cara.


  6. Arte, è bella da star male. Con quelle immagini che raccontano la vita, il distacco, il dolore, la speranza.
    Sembra scritta per…. un uomo solo …. e una donna in fiamme.
    Spero che tu la possa cantare forte e stendere la mano.


  7. de andrè un poeta


  8. @Claudia: sembra scritta per una donna in fiamme e un uomo solo…

    Ti ringrazio.

    @Zefirina: Proprio poeta, per questo sembra scritta per ognuno di noi.


  9. che emozioni…uh mamma…

    voto questo verso qui ‘e una lettera vera di notte falsa di giorno’ nel concorso dei versi più belli

    🙂


  10. Sì, che bella idea Kaba, votiamo.
    Io voto:

    E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome

    (ma è stata dura)


  11. de andre’ e’ incommentabile tanto e’ bello cio’ che scrive.
    se poi penso che questa e’ stata composta durante i mesi in cui era prigioniero dei rapitori in sardegna mi viene da pensare che davvero la forza delle parole e della poesia abbiano in se la salvezza.

    grande.
    grazie.


  12. arte, e subito dopo: “ora il tempo è un signore distratto è un bambino che dorme”, ma è davvero dura!

    (e la donna in fiamme e l’uomo solo)

    🙂


  13. @Henry: Anch’io penso spesso a quando e come è stata scritta. Alla forza delle parole, e anche a cosa muove quella forza.

    @Iko: È dura, lo so:

    “sul tuo corpo così dolce di fame così dolce di sete” no?

    (e la donna in fiamme e l’uomo solo naturalmente)


  14. Benedetto copia e incolla
    bisogna sempre verificare le fonti!

    Non mi tornava è questo il testo corretto:

    E se vai all’Hotel Supramonte e guardi il cielo
    tu vedrai una donna in fiammme e un uomo solo
    e una lettera vera di notte falsa di giorno
    e poi scuse accuse e scuse senza ritorno
    e ora viaggi ridi vivi o sei perduta
    nel tuo ordine discreto dentro il cuore
    ma dove, dov’è il tuo amore
    ma dove è finito il tuo amore.
    Grazie al cielo ho una bocca per bere e non è facile
    grazie a te ho una barca da scrivere ho un treno da perdere
    e un invito all’Hotel Supramonnte dove ho visto la neve
    sul tuo sorpo così dolce di fame così dolce di sete
    passerà anche questa stazione senza far male
    passerà questa pioggia sottile come passa il dolore
    ma dove, dov’è il tuo cuore
    ma dove è finito il tuo cuore.
    E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome
    ora il tempo è un signore distratto è un bambino che dorme
    ma se ti svegli e hai ancora paura ridammi la mano
    cosa importa se sono caduto se sono lontano
    perché domani sarà un giorno lungo e senza parole
    perché domani sarà un giorno incerto di nuvole e sole
    ma dove, dov’è il tuo amore
    ma dove è finito il tuo amore.

    Ecco 😛


  15. Mi ero accorta degli errori (se no non sarei della Vergine), che appunto sono colpa del copia incolla… mi davano molto fastidio ma non li correggevo per resistere a questo mio impulso di correggere tutto e sempre.

    Ad esempio l’uomo in fiammme…
    😉


  16. Touché



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: