h1

vuoto

27 dicembre 2007

fto: seventytwOdpy

riempire la forma del tuo corpo con ciò che resta del mio

Annunci

18 commenti

  1. …se questo ha la forma di un sorriso
    🙂

    e usare materassi ad acqua?


  2. Mucca, sei impagabile.


  3. Ciao Arte!
    Passo per ricambiare gli auguri che mi facesti, ringraziandoti.
    Ho dato un’occhiata ai post precedenti, sempre belli fra foto, contenuti e parole in poesia…
    Anche “Riempire la forma del tuo corpo con ciò che resta del mio”
    …Evocativo, mentre offre mille spunti d’immaginazione e pensieri nel suo cauto ermetismo…
    Un bacio!


  4. Oh Wow:-)
    Arte mi stupisci e riconfermi sempre:-)

    SI


  5. mi suona un po’ macabro ma dev’essere l’effetto dell’influenza, non fateci caso.


  6. @Lophelia: È l’effetto dell’influenza!! La mia! (ecco cos’era, ora mi sento più tranquilla)

    @Danda: Cauto ermetismo! Mi piace, sembra una prognosi, “cauto ottimismo”… forse miglioro…
    🙂

    @Silvia: Confermo tutto, qualsiasi cosa, anche le peggiori previsioni!

    Però, poi ritratto.

    😉


  7. preferisco “riempire la forma della tua anima con la mia”.

    Ma anch’io non sto benissimo.
    😉


  8. in effetti anche a me suona un po’ macabro il ciò che resta del mio, ma nello stesso tempo mi ha fatto venire in mente le volte che dopo aver l’amore magari si rimane abbracciati e i due corpi si fondono, si insinuano, si accomodano l’uno all’altro….


  9. @Chiara: Ma certo, anch’io preferirei! Quello è il massimo. Soltanto che a volte l’anima sembra irraggiungibile, e tutto quello che abbiamo è il fantasma di un corpo. Neanche un corpo, un fantasma.

    (ma chi sta bene?)

    @Zefirina: Tu sei una poetessa della vita. Non ci avevo pensato, mai ci hai fatto pensare e ti ringrazio.


  10. bellissima. ciò si ricollega alla potenza creativa che genera un fuoco virale… il natale ti ha fatto un regalo di creatività.
    😉

    OT: scusa a te e henry per prima ma mi hanno letteralmente sequestrato il pc appena dopo averlo acceso 😥
    Spero proprio che ci siano altre occasioni (anche stasera!)…
    😦


  11. concordo cn zepi quando parla dell’accomodarsi del tuo corpo nel suo. è proprio quello che ho visto mentre leggevo le tue parole e guardavo la foto cn i suoi chiaro scuri. tanti tanti auguri di buon natale a te e grazie di questo regalo, ro


  12. ma io ho pensato la stessa cosa identica di Zefirina!


  13. @Michele: Wow, il fuoco virale… il virus come fuoco sacro…
    Ma sì, quando uno ha la febbre ha le visioni, no?

    @Roby e Iko: Vabbè, allora tutti hanno visto questa cosa che ha detto Zefirina, meno che me.
    Ora, anche questo qualcosa vorrà dire.

    (Roby, grazie a te e scusate se non ho parlato molto al telefono ma ero in mezzo ad un incrocio a fondo stradale viscido e ghiacciato e senza auricolare…)

    🙂


  14. Auguri! arrivo molto tardi ma mi sono dedicata alla famiglia (leggi a Giorgia) in questi giorni.
    Ora però recupero e prima di tutto ti faccio i complimenti per la poesia di qualche post fa. Bellissima! con tutta la punteggiatura necessaria e con quel
    “che non si chiedono
    più niente
    non ricordano
    altro”
    che fa fermare il respiro!

    Poi ho letto anche che sono stata evocata e che sono stata accomunata agli idraulici: qundi, quando ne chiamo uno, posso dirgli: noi siamo uguali! lui capirà?

    Non preoccuparti per la telefonata, anche con poche parole, con il suono della voce ci siamo dette tanto. Casomai riproviamo domani, cercando di beccarti in un momento più tranquillo e sperando che, prima o dopo, anche l’Ammericano risponda.
    AUGURi


  15. @Claudia: Gli idraulici in genere non capiscono un tubo!!!
    😀
    Non è vero, capiscono quello che vogliono capire… come tutti gli uomini. Se ad esempio gli dici “noi siamo uguali” quello capirà una cosa ben precisa. Non te lo consiglio, a meno che non ne valga la pena naturalmente.

    L’Ammericano sarà bloccato dalla tempesta di ghiaccio…vedo che sta lavorando però.


  16. … ma la situazione è proprio così desolante???

    Un bacio e un abbraccio caldo.


  17. i corpi si svuotano e si riempiono in continuazione nell’arco di una vita, ma preferisco quando si riempiono


  18. @Antonio: Ma no, desolante no. È com’è.

    @Napolino: Anch’io.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: