h1

Il Maestro insegna

10 ottobre 2007

La contraddizione è la regola della verità. La non contraddizione è la regola della falsità.

(Hegel)

Annunci

30 commenti

  1. ah bè, allora io sono la verità in persona 😉


  2. L’unico ricordo che ho di Hegel è il 9 in pagella di 5° superiore. Il proverbio del giorno: “Parigi val bene una messa”…


  3. Lapilli mi ha tolto le parole di bocca…

    ^__^


  4. Lapilli mi ha tolto le parole di bocca…

    ^__^


  5. Chiara, Gianfranco: Lo siamo tutti, no?
    E allora, perchè ci aspettiamo sempre dall’altro che non si contraddica mai?

    @Monsieru Ady: Dalla pagella alla brace! Paris! La ville lumière!


  6. Dipende….!
    ^__^
    la contraddizione è verità perchè siamo in perpetuo mutamento!
    Ma ci sono delle “contraddizioni” che accadono solo per svelare reali bugie!!! O per svelare immagini di un sè reale che ha precedentemente cercato di mostrarsi diverso…
    In tali casi la contraddizione è poco divertente, affatto creativa, anche se di nuovo è latrice di verità!


  7. Dipende….!
    ^__^
    la contraddizione è verità perchè siamo in perpetuo mutamento!
    Ma ci sono delle “contraddizioni” che accadono solo per svelare reali bugie!!! O per svelare immagini di un sè reale che ha precedentemente cercato di mostrarsi diverso…
    In tali casi la contraddizione è poco divertente, affatto creativa, anche se di nuovo è latrice di verità!


  8. eppure diceva pure che ” il razionale è reale e il reale razionale”. sarebbe da concludere che il reale razionale è contraddittorio. un mio caro amico mi ripete sempre che la realtà è la versione dei fatti sulla quale tutti siamo d’accordo..angela


  9. @Daniela: Esatto, latrice di verità. Assolutamente!

    @Angela: Mi pare non ci sia il minimo dubbio che il reale è contraddittorio, no? E nel reale esiste una razionalità. Razionalità non significa mancanza di contraddizione. Casomai, continuo tentativo di superare le antinomie della ragione, sempre per restare col Maestro…


  10. @arte: hai ragione.
    Io lo pretendo sempre.


  11. non saprei. sarà che la riflessione sui concetti di realtà, verità e razionalità mi accompagna in modo sempre più pervasivo.per la mia personale esperienza della vita e delle cose, per gli esiti che di categorie così generali e filosofiche ho potuto riscontrare in sede pratica. sai che ad esempio in un tribunale,reale e vero è solo ciò che può dimostrarsi? ciò che risponde a logica, ed ha ex post un riscontro fattualmente ripercorribile. molte volte ho sperimentato la crisi concreta delle mie idee di verità e non contraddizione.antinomie, della ragione. se pensiamo al significato greco di questa parola, antinomia, aporia.. tutte chiusure imperfette come chiavistelli malandati..angela.


  12. io ci provo a non essere contradditoria, però penso sempre (vale anche per l’altro) che uno/a abbia il diritto di cambiare idea


  13. io ci provo a non essere contradditoria, però penso sempre (vale anche per l’altro) che uno/a abbia il diritto di cambiare idea


  14. ma un de’ neri Cherubini
    Gli disse: Nol portar, non mi far torto.
    Venir se ne dee giù tra’ miei meschini,
    Perchè diede ‘l consiglio frodolente,
    Dal quale in qua stato gli sono a’ crini:
    Ch’assolver non si può chi non si pente:
    Nè pentere e volere insieme puossi
    Per la Contraddizion, che no’l consente.
    O me dolente, come mi riscossi,
    Quando mi prese, dicendomi: Forse
    Tu non pensavi, ch’io Loico fossi.


  15. @Angela: senza offesa, ma da quando in qua i tribunali sono considerati sede di verità?
    Anzi, ciò che è Vero in genere viene condannato, vedi Cristo, vedi Galileo, vedi Socrate.

    Come dici tu, uno non può non riscontrare cntraddizioni in tutto, e soprattutto nella natura umana.
    Perchè panta rei, e anche noi.

    Eppure c’è una razionalità nel mondo, e in noi.

    @Zefirina: solo gli idioti non cambiano mai idea.


  16. lo dicevo a titolo di esempio un pò dissacrante e provocatorio infatti. si parla non a caso di verità processuale. anche se i tre esempi che citi sono assai difformi, hanno in comune e di sottofondo una forma di giustizia anche “politica”. cristo era un sovversivo per i romani, socrate un corruttore dei costumi e della gioventù per atene, galileo barattò la vita con l’ onore e si piegò al sant’uffizio ed all’ ortodossia geocentrica. eppur si muove. quello che dici in calce mi ricorda invece bruno e l’ anima mundi, quella specie di panteismo e spirito immanente che ciascuno di noi credo arrivi a concepire in qlc fase particolarmente pacificata o tormentata della vita.


  17. @Jos: Ma che piacere, il mio concittadino!

    Attenzione alla logica dei diavoli però…è proprio quella di cui parla Angela, il formalismo, il cavillo.


  18. @Jos: Ma che piacere, il mio concittadino!

    Attenzione alla logica dei diavoli però…è proprio quella di cui parla Angela, il formalismo, il cavillo.


  19. Ma contraddizione e incoerenza sono la stessa cosa? Non vi sembra profonda la prima (sembra nascondere altre verità ancora non viste) e subdola la seconda?
    Mi viene in mente una ragazza vanesia che una volta ebbe uno spasmo di illusoria acuzie e disse “l’incoerenza è sintomo di complessità”…


  20. Secondo me, Antonio, mentre riflettere sulla contraddizione come struttura del mondo richiede riflessione e coscienza sviluppata, l’incoerenza è espressione di mancanza di riflessione. Del rifiuto, o dell’impossibilità, di riflettere, cioè di guardare dentro se stessi. E la cosa strana è che a volte le persone più abituate a riflettere sulle contraddizioni del mondo sono quelle che meno afferrano la propria incoerenza.

    (scusate, serataccia)


  21. @Angela: mentre scrivevo il commento pensavo proprio a Giordano Bruno come quarto esempio, poi ho deciso di non scriverlo, e l’hai scritto tu.

    Ma esiste una giustizia non politica? Ovviamente no.


  22. Mi contraddico? Ebbene si, mi contraddico…
    sono vasto, contengo moltitudini

    (W. Whitman)

    Grande Walt!

    Parigi? qualcuno ha nominato parigi??


  23. Mi contraddico? Ebbene si, mi contraddico…
    sono vasto, contengo moltitudini

    (W. Whitman)

    Grande Walt!

    Parigi? qualcuno ha nominato parigi??


  24. @Artemisia: Io nn credo lo siamo tutti…anzi credo l’esatto contrario.
    Cmq…io mi aspetto sempre che l’altro si contraddica il più possibie.
    Questo mi dimostra che è in cammino che si evolve…
    Per questo detesto i taleban, certi aspetti dell’islam e anche tanti occidentali…

    ^__^

    Questo è il significato che io do al principio di Hegel.


  25. C’è un grande romanzo sulla contraddizione, sul desiderio, sul «pentere e volere insieme» che, secondo me, invece puossi, eccome se puossi! Anzi, volere e pentere insieme è una delle situazioni più comuni della vita.

    Leggete «L’occultista» di Joseph Gangemi. A parte qualche svarione della traduzione (“interns” tradotto come “interni”, invece che correttamente come “stagisti”), la ricostruzione storica degli Stati Uniti del 1923 è meravigliosa. E la trama, la psicologia dei personaggi, la costruzione del contesto sono davvero raffinate.

    ciao

    Jos


  26. esiste la giustizia politica, eccome se esiste cinzia. ogni meccanismo può essere piegato all’ ideologia. utilizzato, raffinato, svilito. la condanna in fondo non è che una valutazione, un tentativo di chiudere un cerchio interrotto.ma mi dilungherei troppo.pure sui giocattolini perversi ed affascinanti dei cavilli avrei molto da dire e molto fuori luogo. mi è piaciuto tanto lo spunto relativo al formalismo della logica, pensare che all’ inizio fosse sillogismo. macchina ad incastri. eppure con la logica si è costruita la scienza, ed i medievali ci cercavano dio..angela


  27. sai Arte, rispondendo ad Antonio, hai espresso una cosa molto “seria” e vera! AHIME’!
    “l’incoerenza è espressione di mancanza di riflessione.”
    e poi:
    “le persone più abituate a riflettere sulle contraddizioni del mondo sono quelle che meno afferrano la propria incoerenza.”
    Finchè si riflette sulle “contraddizioni del mondo” si guarda fuori, non dentro, con introspezione!


  28. Sa molto anche di Osho!
    Scusate… un po’ provocatoriamente mi autocito:
    “Trasgredire se stessi, è l’unico modo per permettersi di essere coerenti”.
    Un saluto a tutti.

    Fabio


  29. @Henry: Parigi, Walt Whitman…non è che ti sei confuso con Walt Disney, quello di Eurodisney?

    😀

    La citazione è bellissima. L’adotto subito. Mi descrive in pieno (e quindi anche te).

    @Gianfranco: Cioè: tu in altre parole credi che tutti gli altri si contraddicano, meno che te? O ho capito male?
    😉

    @Jos: grazie della proposta di lettura.
    Volere e pentirsi. A me sembra quel’Atipa(tico) di San Paolo.
    So che si può volere e pentirsi, ma io preferirei che si provasse a uscire da questa logica del “la carne è debole”, e che invece si dicesse “lo spirito è forte”
    (e non dimentichiamo la carne, che pure quella è forte)

    @Angela: Quando ho scritto “giustizia politica” non intendevo una strumentalizzazione politica, ma il fatto che il diritto è sempre e necessariamente espressione della società che rappresenta… nel bene e nel male…

    Io credo che la logica sia uno strumento meraviglioso per cercare qualcos’altro (es. Wittgenstein). Per molti però è (o è stata) uno strumento di potere. Anche per la scienza.
    Oppure, un gioco fine a se stesso.

    @Daniela: Non sai quanto ho ripensato a questa cosa nei giorni scorsi. Hai assolutamente ragione. A volte guardare fuori è una maniera raffinata per evitare di guardarsi dentro.

    @Fabio Artigiani: Qual buon vento, boia dè!
    Trasgredire se stessi: ottima idea.

    E grazie dell’invito, quale onore! Mi piacerebbe venire!


  30. @Artemisia: credo siano molto pochi quelli che hanno il “coraggio” di contraddirsi e nemmeno io riesco a farlo quanto vorrei.
    Ma ci provo…

    Ps: credo che la Vargas ti piacerà…

    ^__^



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: