h1

Bisquit

31 marzo 2007

Sabato mattina. Entro in profumeria per comprare un regalo. Giro tra gli scaffali, incerta. Una voce femminile mi chiede: “Posso aiutarla?”
Mi giro. Una bambola di bisquit. Pelle candida, perfetta. Grandi occhi neri, la bocca piccola, rossa. Lunghe ciglia nere. Rimango lì basita: Con voce cantilenante, accento del nord, mi svela suadente i mille misteri di creme e lozioni. Sono sul punto di acquistare un’intera serie di prodotti. Per salvarmi, propongo di passare ai profumi. Ancora peggio. Mi fa annusare mille spezie, mi porge il suo polso bianco dove intravedo delicate vene azzurrine. Mi perdo nella grana finissima della sua pelle. Sembra una foto ritoccata, eppure è vera. Non un’accenno di occhiaie, non un’imperfezione. Di brutto, le chiedo: “Posso farti una domanda?” “Certo” “Ma come fai ad avere una pelle così??” E lei arrossisce. Una leggera sfumatura di rosa, un’aurora boreale, una sinfonia. Intontita dai profumi, sento che mi si piegano le ginocchia. “Oh, grazie! Anche lei è molto bella.” Vedo gli scaffali che cominciano a venirmi incontro, sento i dispositivi d’allarme risuonare nella mia testa, in un ultimo, disperato guizzo di lucidità penso “ma che cazzo sto facendo??”, riesco solo a dire “Eh, magari alla tua età, forse”, e lei “Io ho vent’anni. E poi, uso solo prodotti Biotherm. Ma lei di dov’è?” Devo fare mente locale un attimo per ricordarmelo. “Sono italiana” “Cool!”, dice lei, la testolina graziosamente inclinata. Mi riscuoto, mi tiro su dal vortice come il Barone di Münchhausen, punto a caso su un barattolo e dico “Allora prendo questo”. “Ottima scelta” fa lei. “E se ha bisogno anche di una crema da giorno, torni da me che la consiglio!”

Ma una cosa è certa: io, lì , non ci metterò più piede.

Annunci

51 commenti

  1. Ma come? E la crema da giorno?


  2. Questa scena mi ricorda tanto “Der Tod in Venedig”… Cinzia che mi stai combinando? ;o) Proprio ora che avevo deciso di dichiararmi a te!!!


  3. @Rodo: No, a questo punto piuttosto mi tengo le rughe!!

    @Antonio: Che ti ricorda, quando von Aschenbach è sulla spiaggia del Grand Hotel Des Bains al Lido e guarda il giovane Tadzio nella sua bellezza apollinea??
    Mah, insomma, veramente questo era un centro commerciale…altri tempi…

    Dichiararti? Casomai dichararMI un caso disperato…una diagnosi, qui ci vuole una diagnosi.


  4. @Rodo: No, a questo punto piuttosto mi tengo le rughe!!

    @Antonio: Che ti ricorda, quando von Aschenbach è sulla spiaggia del Grand Hotel Des Bains al Lido e guarda il giovane Tadzio nella sua bellezza apollinea??
    Mah, insomma, veramente questo era un centro commerciale…altri tempi…

    Dichiararti? Casomai dichararMI un caso disperato…una diagnosi, qui ci vuole una diagnosi.


  5. non ci sono diagnosi da fare…l’incontro con la bellezza (e la bellezza non ha sesso) e’ stravolgente per chiunque. Von Aschenbach lo sapeva bene, cosi’ come Adriano, e il sottoscritto (considero il riferimento a Münchhausen un riferimento indiretto al sottoscritto)…e’ un viggio tra le acque affascinanti e pericolose di Core… 😀


  6. non ci sono diagnosi da fare…l’incontro con la bellezza (e la bellezza non ha sesso) e’ stravolgente per chiunque. Von Aschenbach lo sapeva bene, cosi’ come Adriano, e il sottoscritto (considero il riferimento a Münchhausen un riferimento indiretto al sottoscritto)…e’ un viggio tra le acque affascinanti e pericolose di Core… 😀


  7. Concordo con henry e aggiungo che
    la bellezza oltre a nn avere sesso nn ha padroni (o proprietari che dir si voglia) è di tutti e nn va mai fuggita.

    Ciao, G.

    ps: vorrei fosse già domenica prossima…
    😦


  8. @Henry von Aschenbach und zu Münchhausen: Mi viene in mente una cantata di Vivaldi, “Come la navicella”…che tempeste…

    @Gianfranco: Non va mai fuggita? Sei proprio sicuro?
    😉


  9. Della bellezza conviene saziarsi finché non ci si stanca, finché smette di sconvolgerci, di trascinarci nelle tempeste. Perché facendo così prima o poi succede, che arriva a sembrarci una qualità come un’altra, e neanche la più interessante.


  10. Ci si annoia soprattutto della bellezza.


  11. @Lophelia: Come tutti i narcotici, anche la bellezza dà assuefazione.

    @Paolino: È importante non annoiarsi mai della bellezza. E per non farlo bisognerebbe forse non ritenersene mai immuni.


  12. @Lophelia: Come tutti i narcotici, anche la bellezza dà assuefazione.

    @Paolino: È importante non annoiarsi mai della bellezza. E per non farlo bisognerebbe forse non ritenersene mai immuni.


  13. Annoiarsi della bellezza è una grande conquista, come tutte le disintossicazioni.


  14. Annoiarsi della bellezza è una grande conquista, come tutte le disintossicazioni.


  15. …quindi la conclusione è che devi tornare in quella profumeria, fino a raggiungere il senso di sazietà
    🙂


  16. @Lophelia: ma io spero di non dovermi mai annoiare della bellezza!!!!!
    Spero di conservare sempre la capacità di lasciarmene travolgere…riuscendo a tenersi a galla, possibilimente.

    Secondo me bisogna distinguere tra sentirne il fascino e ridurre tutto alla bellezza (ovviamente no). Tenere buona la belva, insomma.

    (Come vedi, qui c’è ancora MOLTO lavoro da fare per raggiungere la tua atarassia…)
    😉


  17. Lophelia, commenti incrociati (il tema ci coinvolge!!)
    Il tuo secondo commento in effetti forse centra il punto: la sazietà…

    Qualcosa mi dice, tuttavia, che sarebbe meglio non tornarci.


  18. Beh io come sai su questo tema ci ho lavorato molto…tipo in un caso del genere ci sarei senz’altro tornata!


  19. anzi mi fai tornare in mente un forno vicino casa mia che restava aperto anche di notte, e i turni di notte li faceva un ragazzo di una bellezza sfacciata e io ogni tanto compravo il pane alle tre di notte…portai anche Fl. ad ammirare tanta dovizia, e lui lo soprannominò “il Fornarino”!:D


  20. È inutile dunque che fai la psicologa, tanto li conosco i miei polli…

    😀

    Il Fornarino!! Ah ah ah, mi ricorda il “Macellaretto” della B., roba del ginnasio…


  21. È inutile dunque che fai la psicologa, tanto li conosco i miei polli…

    😀

    Il Fornarino!! Ah ah ah, mi ricorda il “Macellaretto” della B., roba del ginnasio…


  22. Ma si parla di anni fa, era il periodo che “ci stavo lavorando” per raggiungere la sazietà!
    va bene, basta così:D
    ps il macellaretto non me lo ricordo!


  23. arte io non corro questi pericoli e sai perchè??? perchè ho una figlia 25enne, e sono 10 anni che guardo lei, le sue amiche, i suoi amici, e sento un piccolo sfarfallio ma piccolo piccolo, una lieve nostaglia, qualche rimpianto, la scossa più forte l’ho avuta il giorno del suo matrimonio, li ho visti lì tutti insieme questi splendidi 25-30enni e ho guardato le mie amiche “invecchiate” con me e ci siamo rese conto di esserci conosciute all’età che ora aveva Valentina… è stato uno choc
    hei ma sono sopravvissuta
    smack


  24. @Lophelia: il Macellaretto non te lo puoi ricordare, era uno dei sogni della B., divideva una stanza d’ospedale con il di lei ragazzo di allora che si era rotto una gamba…

    😀


  25. OT: Arte in compenso un altro sogno liceale (Il Sogno) la B. l’ha concretizzato di recente: A.G. alias Paul…
    come io con C.!


  26. OT: Arte in compenso un altro sogno liceale (Il Sogno) la B. l’ha concretizzato di recente: A.G. alias Paul…
    come io con C.!


  27. @Lophelia: ma non si può!!!!
    Ma di questo passo mi toccherà riesumare A.P., o il prof!!!


  28. @Lophelia: ma non si può!!!!
    Ma di questo passo mi toccherà riesumare A.P., o il prof!!!


  29. ehy, voi due, la smettete di parlare in codice???
    e poi riunire le tremolanti impalpabilità… veneziane con i vostri ricordi la liceali,… qui si parlava di Bellezza, vi ricordo!


  30. @Claudia: Hai ragione…fai bene a riportarci al tema…
    Tremolanti impalpabilità veneziane, che Bellezza.


  31. Bellezza ‘e Napule!
    di ritorno da una settimana dai Campi Felici dello sterminator Vesevo, dove ho visto tutto e il contrario di tutto, Gomorra e Sodoma…

    Dallo splendore di Ravello e Positano, al nitore classico di Pompei, alla decadenza ancora sfavillante del centro di Napoli sino alla cloaca maxima di Torre Annunziata e di Giugliano….

    tutto e il contrario di tutto, la bellezza e la monnezza mescolate in un blob terminale!

    ciao!

    PS: ma questa profumeria dov’è? devo aggiornare le mie essenze!!!!! urge indirizzo!

    Jos


  32. Si, proprio a quella scena mi riferivo… All’epoca, circa 10 anni fa, la lessi affascinato… Oggi, dopo tanto disincanto, la cosa mi riporta purtroppo alla mente l’immagine di un vecchio bavoso che smania dietro al culetto di un ragazzino! E la decadenza colerica di quella Venezia forse voleva significare anche questo… Cinzia, tu non sai quanto marcio può esserci in Danimarca!!!!!!!


  33. @Jos: ecco dov’eri finito! Beato te, a Napoli!!Positano!!

    La profumeria ha un’ampia sezione dedicata ai maschi, ma non posso dirti dov’è perchè non ci voglio ripensare…
    😉

    @Antonio: Oddio mio, ora mi fai sentire anche peggio…

    (E comunque qui non è Danimarca, ma Norvegia)
    😉


  34. @Jos: ecco dov’eri finito! Beato te, a Napoli!!Positano!!

    La profumeria ha un’ampia sezione dedicata ai maschi, ma non posso dirti dov’è perchè non ci voglio ripensare…
    😉

    @Antonio: Oddio mio, ora mi fai sentire anche peggio…

    (E comunque qui non è Danimarca, ma Norvegia)
    😉


  35. Cinzia, ma tu non potrai mai essere una vecchia bavosa!!! Invecchierai meglio di Benedetta Barzini, te lo dico io! Spero solo che invecchierai in Italia, magari a Roma, magari in una casa vicino alla mia (semmai avrò una casa mia….).


  36. Cinzia, ma tu non potrai mai essere una vecchia bavosa!!! Invecchierai meglio di Benedetta Barzini, te lo dico io! Spero solo che invecchierai in Italia, magari a Roma, magari in una casa vicino alla mia (semmai avrò una casa mia….).


  37. @Antonio: Io ci farei la firma ad invecchiare come Benedetta Barzini, ma grazie!!
    Qual è il mio sogno a proposito di casa lo sai, magari lo realizziamo, poi ci mettiamo sul balcone, tu ed io da vecchi, e commentiamo chi passa…

    🙂


  38. @Antonio: Io ci farei la firma ad invecchiare come Benedetta Barzini, ma grazie!!
    Qual è il mio sogno a proposito di casa lo sai, magari lo realizziamo, poi ci mettiamo sul balcone, tu ed io da vecchi, e commentiamo chi passa…

    🙂


  39. Due suocere!!! ;o) Ma posso portarci pure Fabio sul balcone? ;o) E ogni tanto invitiamo Vito durante le sue trasferte romane… Oh mi raccomando, la domenica a messa! Vuoi mettere il gossip che si riesce ad appurare durante la recita del rosario!?!


  40. Certo, sul balcone c’è posto anche per Fabio, e per altra gente…una terrazza grande, ci vorrebbe.
    Mi trascinerai a messa, mi ci spingerai sulla sedia a rotelle, e io “Nun ce vojo annà, mollame!!! Vojo annà a vedè ‘e vetrine daa profumeria!”

    😀


  41. Cinzia, riempirò il balcone dei più bei fiori profumati, così non avrai bisogno di andare in profumeria!!! E seduta sulla sedia a rotelle ti godrai il panorama col Cupolone!


  42. leggo dopo un;assenza forzata il fiume di commenti: foraretti, maccellai, napule’, le vecchie bavose …e rido, sorrido, penso.

    la Bellezza non va mai fuggita. Bisogna goderla, giocarci, sfiorarla (se si puo’) e comunque individuarla e fruirla (e non mi riferisco solo alla bellezza fisica delle persone ma della Bellezza delle cose).


  43. @Antonio: basta che stasera ho la lacrima facile! (e tu ci riesci sempre)

    @Henry: come ogni volta, parole mie.
    🙂


  44. Bellissimi! tutti!
    grazie!


  45. Bellissimi! tutti!
    grazie!


  46. cara arte, io non ci tornerei nella profumeria, perchè si può diventare addicted alla bellezza. io sarei uscita frastornata e scorcertata, ciò che non posso controllare mi spaventa…
    Tutto ciò mi ha ricordato il “Profumo” di P.Suskind.


  47. @Claudia:…e sulla terrazza c’è posto anche per te!

    @Valentina: Anche a me quello che non posso controllare mi spaventa. A morte.


  48. eh, uguale a me, entro in crisi, la paura, e soprattutto le pippe mentali connesse, mi seguono fino a letto, per un paio di giorni il sistema Valentina viene sconvolto. ma poi non so come passa anche questo e si ricomincia a vivere, con tranquillità e serenità. Mas o menos…


  49. Tornaci:-)
    Come diceva Frost: Il miglior modo per superare e’ passarci in mezzo…
    E poi nn ha una vocina un po’ cantilenante??..
    Alemno sfati, no?:-D

    SI


  50. @Valentina: Facile sconvolgere il mio sistema, e quindi ancora più inquietante.

    @Silvia: Non si sfatano le fate
    🙂


  51. @Valentina: Facile sconvolgere il mio sistema, e quindi ancora più inquietante.

    @Silvia: Non si sfatano le fate
    🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: