h1

Carne

25 marzo 2007

Molti anni fa avevo un cavallo.

Si chiamava Wakefield ed era il mio bambino. Non ho mai sentito niente al mondo di più morbido e vellutato della pelle attorno alle sue narici, quando mi nascondevo uno zuccherino nel colletto, e lui lo cercava. Riconosceva il mio passo tra mille quando entravo nella stalla, e nitriva per salutarmi, prima ancora di vedermi.

Non so che fine abbia fatto Wakefield.

Ma so che mai e poi mai potrei mangiare carne di cavallo.

Questo è completamente assurdo. La carne è carne. Bovini, cavalli, maiali, balenotteri. Mammiferi. Parametri culturali, nient’altro. L’unica scelta coerente sarebbe quella di non mangiare carne. Nel momento in cui uno lo fa, non dovrebbe più fare distinzioni.

Annunci

47 commenti

  1. Proprio oggi al supermercato ho guardato la bresaola equina e non l’ho presa. Ho preso, invece, del prosciutto. Siamo assurdi, è vero, e le ragioni culturali possono spiegare ma non giustificano.


  2. Io per ora ho deciso di non mangiare più carne di cuccioli: agnello, vitello, maialino. Troppo poco, lo so, ma lo considero un primo passo.


  3. Io per ora ho deciso di non mangiare più carne di cuccioli: agnello, vitello, maialino. Troppo poco, lo so, ma lo considero un primo passo.


  4. Ah beh, uno mangia solo ciccia dura e si sente meglio…
    Anzi, perchè non aspettare che la bestia muoia da sè, di vecchiaia??

    😉


  5. Ah beh, uno mangia solo ciccia dura e si sente meglio…
    Anzi, perchè non aspettare che la bestia muoia da sè, di vecchiaia??

    😉


  6. Condivido assolutamente il pensiero…Tempo fa andai giu’ di brutto di ferro, praticamente zero, ma continuavo a stare benissimo stranamente, continuando ad andare in bici,camminare e pure palestra..
    Ho dovuto fare cura di pasticche di ferro per riportare i valori alla normalita’ (sotto minaccia fisica del dottore:-) Una tipa mezza erborista/schizzata mi aveva intimato di nn smettere di mangiare carne perche’, avendoa nche il gruppo RH-, il mio stomaco, secondo ei,ha parecchio bisogno di alimenti “duri” come la carne, senno’ rischierei tipo la leucemia…(teoria che si rifa’all’alimentazione diffrenziata a seconda del tuo gruppo sanguigno).
    Invece, ho semplicemente sostituito, ancora non del tutto, le proteine della carne con roba come il mitico Tofu, lenticchie, fagioli (in questi ultimi due casi,l’assunzione va controbilanciata con del riso, senno’ son dolri al bagno:-D)
    Un bel panetto di Tofu la mattina, in padella con ricetta mista di pomodorini, peperoni, curry, peperoncino e via verso la sazieta’ e forza:-)A me funziona…
    E’ vero: risulta ridicolo fare distinzione tra carne e carne..Eppure e’ un istinto…Nn mangerei mai carne di cavallo…Tra i miei momenti memorabili, la prima volta che sono salita su un cavallo, e il senso di completezza che mi accompagna fin’ora, anche se e’ da molto che non monto piu’…Indescrivibile:-)

    SI


  7. Condivido assolutamente il pensiero…Tempo fa andai giu’ di brutto di ferro, praticamente zero, ma continuavo a stare benissimo stranamente, continuando ad andare in bici,camminare e pure palestra..
    Ho dovuto fare cura di pasticche di ferro per riportare i valori alla normalita’ (sotto minaccia fisica del dottore:-) Una tipa mezza erborista/schizzata mi aveva intimato di nn smettere di mangiare carne perche’, avendoa nche il gruppo RH-, il mio stomaco, secondo ei,ha parecchio bisogno di alimenti “duri” come la carne, senno’ rischierei tipo la leucemia…(teoria che si rifa’all’alimentazione diffrenziata a seconda del tuo gruppo sanguigno).
    Invece, ho semplicemente sostituito, ancora non del tutto, le proteine della carne con roba come il mitico Tofu, lenticchie, fagioli (in questi ultimi due casi,l’assunzione va controbilanciata con del riso, senno’ son dolri al bagno:-D)
    Un bel panetto di Tofu la mattina, in padella con ricetta mista di pomodorini, peperoni, curry, peperoncino e via verso la sazieta’ e forza:-)A me funziona…
    E’ vero: risulta ridicolo fare distinzione tra carne e carne..Eppure e’ un istinto…Nn mangerei mai carne di cavallo…Tra i miei momenti memorabili, la prima volta che sono salita su un cavallo, e il senso di completezza che mi accompagna fin’ora, anche se e’ da molto che non monto piu’…Indescrivibile:-)

    SI


  8. Proprio poco tempo fa qualcuno mi chiedeva che ne penso dell’alimentazione differenziata…secondo me certe cose si commentano da sole…grazie della testimonianza!

    😉


  9. Proprio poco tempo fa qualcuno mi chiedeva che ne penso dell’alimentazione differenziata…secondo me certe cose si commentano da sole…grazie della testimonianza!

    😉


  10. Quello che succede a te per la carne di cavallo succede a molti americani (degli stati uniti) per il coniglio.
    Nonno Gaetano diceva: “ci hanno abituato a tenere in casa il gatto e a mangiare il coniglio e così è”.
    (anche se in certe zone del nostro paese c’erano e forse ci sono ancora estimatori della carne di micio)
    Forse tra cent’anni si prenderà coscenza della sensibilità dei fiori e delle piante e ci sarà chi nn mangerà più la verdura e nn friggerà più i fiori di zucca (che a me piacciono tanto)

    🙂


  11. Quello che succede a te per la carne di cavallo succede a molti americani (degli stati uniti) per il coniglio.
    Nonno Gaetano diceva: “ci hanno abituato a tenere in casa il gatto e a mangiare il coniglio e così è”.
    (anche se in certe zone del nostro paese c’erano e forse ci sono ancora estimatori della carne di micio)
    Forse tra cent’anni si prenderà coscenza della sensibilità dei fiori e delle piante e ci sarà chi nn mangerà più la verdura e nn friggerà più i fiori di zucca (che a me piacciono tanto)

    🙂


  12. hai notato che si dice Ho una fame che mi mangerei un cavallo??? ma perchè non un bue, un toro, una mucca???
    io ho un fratello vegetariano, uno che non mangia pollame, volatili e quanti simili, io invece confesso che sono carnivora, nè potrei farne a meno perchè è sempre in agguato un’atavica anemia, e così è per i miei figli, che dire la diatriba è interessante ma a mio modesto parere irrisolvibile.
    Per esempio il mio fratello vegetariano non indossa nemmeno capi di pelle e scarpe di cuoio…..
    dura la vita per chi sceglie la via della coerenza


  13. p.s. ho il terrore dei cavalli anche se faccio finta di no


  14. Siamo malati di cibo, e di sesso. sSno queste le vere epidemie del 2000. Mi piacerebbe capire cosa ci sta succedendo.ù
    CIAO CINZIAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!


  15. Esatto Arte, parametri culturali. A chi ancora mangia carne dico solo di provare a entrare non dico in un macello, quello sarebbe uno choc che non auguro a nessuno, ma almeno in un allevamento “moderno”.

    Per altro mi capita spesso di sentire di vegetariani che devono integrare la propria alimentazione con pasticche varie, ma personalmente in 21 anni di vegetarianesimo e adesso quasi completo veganismo ho sempre avuto valori nella norma in ogni parametro. L’importante come diceva Si-fa-si e’ differenziare molto. Ma e’ anche divertente. Qualche tempo fa un’amica vegetariana in coda per pagare al supermercato osservava tra l’altro come la nostra spesa fosse molto piu’ colorata e bella da vedere rispetto alle amputazioni messe sul rullo della cassa dai carnivori.


  16. @Gianfranco: nonno Gaetano aveva ragione. Io adoro i conigli (in umido con le olive), mentre coi gatti mi identifico e ci facci anche delle lunghe conversazioni.
    Siamo così.

    Tra cent’anni sarà assolutamente come dici tu, anzi non mangeremo più niente di organico (i frutti non sono forse cuccioli dell’albero)?

    @Zefirina: Ma come, in Toscana l’ho sentito dire, “ho una fame che mangerei un bove”…mah…

    Anch’io sono carnivora, anzi quasi onnivora. Mangio tutto e mi piace tutto.

    @Antonio: parla per te!!! malati di sesso?? Ma lei dottore su quali dati sperimentali si basa per questa sua asserzione?

    (che bello rivederti)


  17. @Fabio: ci siamo incrociati coi commenti.
    La carne non è bella da vedere, assolutamente no. A proposito di quelle che tu molto propriamente chiami “amputazioni”, poi, potrei raccontare delle storie raccapriccianti, ma mi asterrò per riguardo ai lettori. Ti basti sapere che, ciononostante, io un bell’agnellino arrosto me lo mangerei in questo momento.

    Però: gusti a parte, essere vegetariani sicuramente non solo non fa male alla salute, ma fa benissimo: si è più attenti a quello che si mangia, si apprezza di più il cibo, si mangiano cose più sane e più belle.Il punto è che secondo me dovrebbe essere una scelta etica radicale, non un differenziare tra carne, pesce, volatili, cuccioli, animali simpatici o antipatici, ecc.


  18. E’ vero: o si è o non si è vegetariani; io vorrei ma non mi riesce, quella dei cuccioli è una mezza scusa lo confesso.
    Però, gli animali morti di vecchiaia: buona idea!


  19. E’ vero: o si è o non si è vegetariani; io vorrei ma non mi riesce, quella dei cuccioli è una mezza scusa lo confesso.
    Però, gli animali morti di vecchiaia: buona idea!


  20. @Rodo: Hmmm, gli animali morti di vecchiaia, appetitosi!!!
    Gallina vecchia fa buon brodo, e anzi mi viene in mente una cosa:
    Fufi comincia ad avere un’età, e se si dà detta a nonno Gaetano i gatti sono anche buoni…

    Nascondilo quando vengo!!
    😀


  21. @Rodo: Hmmm, gli animali morti di vecchiaia, appetitosi!!!
    Gallina vecchia fa buon brodo, e anzi mi viene in mente una cosa:
    Fufi comincia ad avere un’età, e se si dà detta a nonno Gaetano i gatti sono anche buoni…

    Nascondilo quando vengo!!
    😀


  22. Rospo com’è, e chi lo piglia!


  23. Rospo com’è, e chi lo piglia!


  24. Chi mi conosce bene sa che la cosa che amo fare di più con le mani è toccare il naso dei cavalli. Credo non ci sia davvero nulla di più morbido della loro pelle nei pressi delle narici. E’ come sfiorare a pelo l’acqua.
    Se qualcuno riderà ancora di questa mia mania, lo manderò qui da te.
    😉
    In quanto alla carne, io sono macrobiotica e vegetariana. Ho risolto il problema alla base.
    Un saluto
    A presto


  25. Chi mi conosce bene sa che la cosa che amo fare di più con le mani è toccare il naso dei cavalli. Credo non ci sia davvero nulla di più morbido della loro pelle nei pressi delle narici. E’ come sfiorare a pelo l’acqua.
    Se qualcuno riderà ancora di questa mia mania, lo manderò qui da te.
    😉
    In quanto alla carne, io sono macrobiotica e vegetariana. Ho risolto il problema alla base.
    Un saluto
    A presto


  26. @Lucia: Bentornata su Pioggia Blu.
    Le narici dei cavalli sono più morbide del velluto, e anche più calde.
    Mi viene la nostalgia.


  27. @Lucia: Bentornata su Pioggia Blu.
    Le narici dei cavalli sono più morbide del velluto, e anche più calde.
    Mi viene la nostalgia.


  28. la pizza margherita mette tutti d’accordo.
    soprattutto me, che provengo da uno stinco di maiale per cena…
    per fortuna c’era il refosco che bagnava via tutto, rimettendo il sangue in circolo e facendo pompare il cuore come il motore di un transatlantico in moto perpetuo…

    buona sera, artemisia, vuoi un po’ del mio ghiacciolo all’anice?


  29. quello che mi domando spesso è: come si regolano i vegetariani col formaggio?
    chi non mangia neppure quello è un vegan come Fabio?
    a me il formaggio, e i latticini in genere, fanno anche più schifo della carne e da quando li ho tolti sto un po’ meglio, per esempio quest’inverno non ho avuto mai il raffreddore (incrociando le dita, co’ ‘sto freddo!).
    a parte questo confesso che io il cavallo lo mangio e anche l’asino, quando sono dalle parti in cui lo cucinano.
    poi mi illudo che li trattino un po’ meglio, li allevino meglio, perché questo è il problema alla fine secondo me, che già che ci fanno il favore di farsi mangiare da noi almeno li trattassimo bene finché vivono.
    scusate ma il problema a me sembra sempre il solito, cioè il “mercato” che porta agli allevamenti intensivi che sono poi una vera e propria tortura per tutti, vacche, polli, anatre (per fare il paté lo sapete cosa gli fanno?) e via dicendo.
    chissà, ma temo sia una mia pia illusione, magari i cavalli non li possono trattare più di tanto male e metterli tutti ammassati in una stalla buia…
    a parte questo io la penso come Antonio Rezza, che è uno dei pochi geni assoluti che abbiamo in Italia, quando dice, in un’intervista ( che potete vedere qui: http://www.youtube.com/watch?v=TvnVntuwJes), che “alimentarsi fa bene, mangiare fa male” e anche “chi più mangia più escrementi produce”.


  30. @Paolo: Veramente preferirei un bicchiere di quel Refosco…

    @Francesco: Lo sappiamo cosa gli fanno per fare il patè, grazie.
    Io però ammetto che una sera in Ungheria l’ho mangiato, ma sai c’erano i violinisti gitani, il tocai, l’atmosfera austro-ungarica…i mei principi al dunque non reggono mai.

    Mostro, che mangi i cavalli.

    Comunque, sono d’accordo su questo: non è come vengono mangiati dopo morti che fa male agli animali, ma come vengono allevati e trattati da vivi. Gli allevamenti industriali sono un’aberrazione per la quale stiamo pagando un caro prezzo. La Norvegia (almeno per questo) è un’isola felice.


  31. io non mangio nemmeno la carne di bovino. Figuriamoci quella di cavallo! E’ assurdo, cazzo. Come si fa a mettersi in bocca una coscia di cavallo??


  32. @Chiara: ma non la devi mica mettere in bocca tutta intera scusa!!

    😀

    (comunque, condivido, è mostruoso)


  33. Questo argomento torna anche qui! l’altro giorno era il No meet day, lo sapevate? lo leggevo su http://www.paoloricci.info.
    e lì dicevo che almeno potremmo cercare gli animali allevati dal contadino, non dall’industria alimentare, che tra l’altro ci farebbero meno male essendo meno imbottiti di antibiotici.
    Io scendo al banale compromesso di mangiare solo la carne senza forma, ovvero la fettina, la polpetta/polpettone, il bastoncino findus, la salsiccia e il prosciutto già tagliato. Quando mi trovo davanti pelle, ossa e quant’altro aborrisco. Ma è un inutile compromesso!

    Arte: giù le mani da Fufy!!

    Anch’io quando vado al supermercato in questa città di studenti penso che la mia spesa sia più bella: frutta, verdura, uova, latte e non precotti/pre-confezionati/pre-mangiati come negli altri carrelli!

    (Arte/Henry: quando procedete con il racconto?? ho commentato il 3 step pensando che fosse la conclusione: sbrigatevi!)


  34. @Claudia: Ma come, vai subito su Suedive…non puoi perderti la quarta puntata uscita oggi!!!

    Venghino venghino siori….

    😉


  35. @Claudia: Ma come, vai subito su Suedive…non puoi perderti la quarta puntata uscita oggi!!!

    Venghino venghino siori….

    😉


  36. Cinzia, mi sorge un dubbio teologico… Perchè Gesù, che sicuramente la sapeva lunga, ha fatto del cibarsi della Sua carne una cosa così importante? Urge Vito… Immagina poi se qualche apostolo si alzava rivendicando offeso il suo vegetarianesimo! Digressioni a parte, dico brevemente la mia: legumi, latte e uova sostituiscono alla grande anche la più completa delle carni… Sussiste per i vegani(soprattutto se donne incinte) il problema della vitamina B12, facilmente risolvibile con gli integratori alimentari…
    Ora però mi sorge un altro dubbio, di natura tutt’altro che teologica: ma secondo te una pomiciata prolungata compromette una dieta vegetariana???… Non so quantificare, ma credo che un pò di cellule di sfaldamento della mucosa orale del proprio partner vengano ingerite… e quella è carne! Anzi, più che di violazione del vegetarianesimo direi che qui si tratta di cripto-cannibalismo ;o)… Ma ancora: le eiaculazioni intracorporee??? Insomma, scherzi a parte, in un mondo dve ancora i bambini muoiono di fame, i vegani o i vegetariani che si prendono troppo sul serio mi sembrano un tantino indelicati…


  37. @Antonio: Ma che ritorno alla grande!!
    Mi lascia un po’ interdetta il fatto che tu ricorra a me per risolvere il tuo dubbio teologico, al quale naturalmente non mi sento qualificata per rispondere…io penserei che la carne abbia un significato simbolico di sacrificio umano in quel contesto, non so…

    Le altre questioni: Ma come ti vengono in mente queste cose??! Ma quando le pensi??!Ma che hai fumato??
    Comunque sento di doverti rispondere: un vero vegano non pomicia e usa il preservativo, punto e basta.


  38. @ Considerando la prima parte del tuo intervento (ma forse anche la seconda!) c’è chi ritiene che in realtà nell’ultima cena non ci sia stata una transustanziazione del pane, ma un vero rito cannibalico, che in alcune culture è il modo più degno di “rito funerario”.
    Riprendendo la passione della tua seconda parte, questa idea verrebbe accreditata! ovvero: dato il profondo legame spirituale ed emotivo dei discepoli, il nutrirsi del loro maestro non sarebbe stato il modo più “sentito” di tenerlo con loro? gli antropologi spesso parlano di “Incorporazione”, anche se non riflettono sull’ultima cena.
    Come sempre, parli poco, ma sei devastante!


  39. @Claudia: Mah, a me sembra di parlare anche troppo…

    Mamma mia, dici che si sarebbero mangiato Gesù?? O-O

    Ma scusa, in Palestina facevano di queste cose? Ma nooo daii…


  40. @Claudia: Mah, a me sembra di parlare anche troppo…

    Mamma mia, dici che si sarebbero mangiato Gesù?? O-O

    Ma scusa, in Palestina facevano di queste cose? Ma nooo daii…


  41. Avendo passato un anno della mia vita a lavorare in un macello avicolo (esperienza molto vicina a quella – fugace – della cronaca nera) posso sinceramente affermare che non sono pentito di aver contribuito al trapasso di alcuni milioni di polli e centinaia di migliaia tra tacchini, faraone e altri bipedi da pollaio.

    Credo che la natura sia un buon metro di giudizio, se avesse deciso che l’uomo non deve mangiare carne ci avrebbe fatto vegetariani sin dai nostri progenitori. Se la natura avesse deciso che gli animali non devono mangiare altri animali non esisterebbero carnivori.

    A me la carne di cavallo piace, eccome! A Mantova solevo spesso satollarmi di battuta di cavallo all’olio e limone. Una delizia.

    Quanto al rifiuto della carne di cavallo, mio zio d’America mi ha raccontato spesso delle disavventure dei primi emigranti italiani che ebbero la malaugurata idea di aprire delle macellerie equine in un Paese che ha il cavallo sul piedistallo, e senza cavaliere sopra! Vetrine infrante, folle inferocite pronte al linciaggio dei barbari italiani, e Dio solo sa come non ci sia scappato il morto!

    Jos


  42. @Jos: tu quoque…tutti mostri, siete.

    🙂


  43. @Jos: tu quoque…tutti mostri, siete.

    🙂


  44. Mostro, mostro… si fa presto a dire mostro!
    Che c’è di male? Mangio carne, e allora? Mio fratello alleva suini da macello: embè?
    Io ho lavorato in un macello: che male ho fatto?
    Vi posso assicurare che c’era molta più attenzione a quelle galline, perché non soffrissero, di quanta non ve n’è spesso in un ospizio!

    A me questa dittatura della political correctness fa paura

    Jos


  45. Mostro, mostro… si fa presto a dire mostro!
    Che c’è di male? Mangio carne, e allora? Mio fratello alleva suini da macello: embè?
    Io ho lavorato in un macello: che male ho fatto?
    Vi posso assicurare che c’era molta più attenzione a quelle galline, perché non soffrissero, di quanta non ve n’è spesso in un ospizio!

    A me questa dittatura della political correctness fa paura

    Jos


  46. Jos, scherzavo…pensavo si capisse, dopo quello che ho detto sopra…

    Qui non ci sono dittature, stai tranquillo. Mangiati pure tutti i cavalli che vuoi, basta che li tratti bene da vivi (e che non me li fai mangiare a me).


  47. Jos, scherzavo…pensavo si capisse, dopo quello che ho detto sopra…

    Qui non ci sono dittature, stai tranquillo. Mangiati pure tutti i cavalli che vuoi, basta che li tratti bene da vivi (e che non me li fai mangiare a me).



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: