h1

Ripensandoci

10 luglio 2006

Che lui “l’abbia meritato” o meno non ha evidentemente alcun senso. E che tutto ciò cominci a essermi estraneo, come se si trattasse di un’altra donna, non cambia nulla: grazie a lui, mi sono avvicinata al limite che mi separa dall’altro, al punto da immaginare talora di superarlo. Ho misurato il tempo in modo diverso, con tutto il mio corpo.
Ho scoperto di cosa si può essere capaci, cioè di tutto. Desideri sublimi o mortali, assenza di dignità, credenze e comportamenti che trovavo insensati negli altri, finchè io stessa non ho fatto a essi ricorso.
A sua insaputa, egli mi ha unito ancor più al mondo.

Annie Hernaux, “Passione semplice”

Annunci

7 commenti

  1. accidenti pensavo parlassi di materazzi 😛


  2. No, parlavo di Lippi…si capiva eh? 😛


  3. criptica…


  4. E se parlavi di te?


  5. io ero sicura che parlassi tu.


  6. Cape sei tremendo:-D

    SI


  7. “L’amicizia dura tutta la vita”



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: