h1

Allo stesso tempo

2 aprile 2006

Essere la stessa cosa in tutti i modi possibili allo stesso tempo.
(F.Pessoa)

Annunci

13 commenti

  1. @Artemisia: Pessoa…ho detto tutto


  2. Avrei dovuto mettere questa frase come sottotitolo al mio blog. Altr che fiorentina, che sembra una bistecca.

    Ricordati che Lisbona è una promessa, se no ti veniamo a prendere…


  3. “Essere la stessa cosa in tutti i modi possibili allo stesso tempo”… solo Dio può esserlo… o forse non ho capito la frase…


  4. In senso assoluto, hai ragione.

    In senso limitato alla nostra esperienza umana, io lo interpreto come la pluralità di aspetti che coesistono in me, la diversità delle mie modalità d’espressione e di sentimento, il desiderio di comunione con tutto e tutti che a volte sento. Eppure…la stessa cosa. Essere sempre se stessi.

    Antinomia?


  5. La tua adesione alla mia iniziativa mi Onora, grazie per aver accolto il mio appello che chiede “VERITA’ e GIUSTIZIA” per una morte assurda.
    Il turno dei post è da me coordinato, pertanto ti verrà assegnato un giorno in cui devi pubblicare il tuo post, con i layout definiti nell’iniziativa, i quali sono solo indicativi perciò si è liberi di utilizzarli o meno.
    Provvederò ad aggiungere il tuo link alla lista, la nostra azione è importante nel sostegno alla Famiglia di Federico.
    Grazie ancora per avere aderito, per quanto riguarda la data del tuo post sarai avvertita/o 3 gg prima, nel frattempo segui le indicazioni sul mio blog, una è quella di inserire il banner sulla tua homepage con la dicitura “QUESTO BLOG ADERISCE ALL’INIZIATIVA DI SENZABAVAGLIO -UN POST AL GIORNO FINCHE GIUSTIZIA SARA’ FATTA – ADERISCI ANCHE TU” lincato a questo indirizzo http://senzabavaglio.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc= 888390
    Il banner con il logo lo trovi sulla colonna di dx del mio BLOG.
    Se vuoi, puoi far visita ai vari bloggers (in Rosso) che già hanno pubblicato i loro post.
    Attendo tua visita per conferma
    Un abbraccio
    Roby Bern


  6. Quello che non mi torna è “allo stesso tempo”. A meno che per tempo non si intenda tutto l’arco di una vita.


  7. @Lophelia: in tutto l’arco di una vita, di una giornata, di un attimo… è chiaro che è irrealizzabile, ma non hai mai provato questo bisogno?


  8. Per me è bello poter essere se stessi in moltissimi modi nell’arco di una vita…


  9. Vedo con piacere che il sole è tornato anche “da voi”! Bella foto… stupenda frase…
    …delicata come sempre.


  10. E’ prosaico e riduttivo, ma volevo dirvi questo… Una volta, sulla scia del giudizio che un giornalista dava di Giovanni Paolo II, definendolo un papa che era sempre allo stesso modo sia davanti al più denutrito dei bambini africani che davanti al più influente degli uomini di governo, riflettevo su come in effetti alcune persone le puoi distinguere da questo… quelle che assumono atteggiamenti e posture diverse a seconda della situazione e dell’interlocutore, e quelle invece che, seppur con i dovuti limiti, conservano il loro carattere, linguaggio, sorriso, con tutti… senza ovviamente doverselo imporre, ma naturalmente. Qui potrebbero aprirsi vari scenari, su quanto l’insicurezza o l’educazione agiscano nel modo di porci agli altri ecc… ma in quel caso il giornalista credo si riferisse a questo: chi ha un’idea di riferimento, può relazionare tutto a quell’idea, dando la stessa tonalità a colori estremamente diversi, mantenendo una specie di unità nella diversità… secondo me questo ha molto a che fare con il sentimento di affidabilità su di noi che più o meno suscitiamo negli altri. Per potersi fidare di Antonio, credo che gli altri abbiano bisogno di sapere che in qualunque situazione c’è sempre quell’Antonio…
    Baci a tutti…


  11. @Antonio: credo di capire cosa vuoi dire.
    “La stessa cosa” è forse l’unità della personalità, che è una e distinta dal caos di ciò che la circonda… se la personalità è multipla abbiamo un problemino.

    Però io mi sento diversa d’attimo in attimo, mutante e in divenire…un’altra persona da dieci anni fa, per molti versi. Ma non per tutti!


  12. When they asked me what I wanted to be I said I didn’t know.
    ‘Oh, sure you know’, the photographer said.
    ‘She wants’, said Jay Cee wittily,’to be everything’.

    (Sylvia Plath, “The bell Jar”)


  13. A Pessoa writting from Norway.

    A surprising pleasure for me.

    Regards,

    hagaki



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: