h1

A grande richiesta: L’Omo Nero

27 febbraio 2006

Questo strano personaggio è stato visto aggirarsi nella metropolitana di Roma. Anche se pare essere un po’ malvagio, non lo è affatto, infatti sta comprando biglietti. Anche la valigetta di Winnie the Pooh gli conferisce un certo aspetto “soft”.

Ma la sapete una delle prime cose che mi ha detto appena mi ha sentita parlare? “SEMBRA LA FALLACI!” Giuro che stavo per girare sui tacchi…
Ma poi si è fatto perdonare! 🙂

Annunci

13 commenti

  1. penso che la borsetta rosa di winnie ti abbia aiutata!!


  2. Ma siamo sicuri che sia proprio un’offesa?


  3. Grazie Artemisia..te ne devo una…uno spettacolo…e il bello è che ora essendo in Belgio non ci può fare nulla!!!!! Ma siamo sicuri che la Valigetta non appartiene alla Ragazza Dal Pelo Biondo?


  4. @Roberta: Non ho capito bene, aiutata come?

    @Riccardo: Certo che lo è, anche solo per le rughe!!

    @Pib: No no, la valigetta è dello Scoiattolo. Povero Marchese, questo è il ringraziamento per averci scorrazzato le valigie per tutta Roma! Ora mi vengono i sensi di colpa, non ti dovevo dare retta!


  5. ammetti che cmq la Ragazza dal OPelo Biondo e La Valigetta farebbero una bella coppia!


  6. nooo la Fallaci no! Tutto ma non la Fallaci!

    l’omo nero con la valigia rosa e’ uno spettacolo!


  7. @Pib: purtroppo non so chi sia quella ragazza, ma se ti interessa tanto possiamo mandare la foto a “Chi l’ha visto?”


  8. W il club anti-fallaci.
    E pensare che a 20 anni mi piaceva tanto: ho letto tutto. Poi però si cresce e si impara a discernere.


  9. Sì, mi ricordo quanto insistevi per farmi leggere “Un uomo”. Un mattone!Dopo due pagine dovetti arrendermi…


  10. Non ti ci vedo ad arrenderti dopo due pagine. Però di libri-mattone te ne ho consigliati più d’uno: ricordi “Il ciclo della Fondazione” di Asimov? Anche quello ha fatto una brutta fine…


  11. Il ciclo della Fondazione rientra (assieme a Un uomo) tra i pochi esempi di libri che non sono riuscita a leggere. Eppure col Ciclo ho tenuto duro per oltre cento pagine, non mi volevo arrendere, ma secondo me era scritto malissimo.


  12. Sì, è vero, ma non importa: è la storia la protagonista


  13. Invece importa eccome!



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: