h1

Nell’acqua

25 febbraio 2006

A Rabbi Bunam fu chiesto: “Sta scritto nei Proverbi: Come nell’acqua un volto riflette un volto, così il cuore dell’uomo l’uomo. Perchè il verso dice ‘nell’acqua’ e non ‘nello specchio’?” Rispose il Rabbi: “Si può vedere il proprio riflesso nell’acqua solo chinandosi molto vicino a essa. Allo stesso modo, il cuore dell’uomo deve chinarsi molto verso il cuore del suo prossimo e solo allora potrà vedere riflesso, in quello, se stesso.”

Martin Buber, “I dieci gradini della saggezza”

Annunci

13 commenti

  1. Un inchino


  2. Bello.
    Vedi? Ancora la vicinanza. Ragazzi ci dobbiamo incontrare!


  3. Sì, ci dobbiamo incontrare. Ma la vicinanza non è solo fisica…non dimentichiamo che si può vivere accanto a persone lontanissime.


  4. Sai che mia madre mi raccontava che a lei, da piccola, dicevano che a guardarsi troppo allo specchio sarebbe apparso il diavolo?


  5. artemisia: ancora riflessi…sai quanto il tema mi sia caro. per me sono gli occhi, piu’ che il cuore…ma il concetto e’ molto simile…conoscere se stessi nell’occhio (cuore) dell’altro…

    comunque hai ragione…la vicinanza non e’ quasi mai quella fisica


  6. Riccardo: Il diavolo appare quando nello specchio si guarda slo se stessi, perchè il diavolo è in noi…

    Nello specchio bisogna riuscire a vedere il volto dell’altro…

    Henry: Ognuno di noi deve riflettersi nell’altro per esistere veramente. La vicinanza fisica può a volte essere importante, ma non è necessaria alla vera vicinanza, anzi a volte la preclude.


  7. siamo vicini quando capiamo la distanza


  8. bel post, artemisia.
    OT posso linkarti sul mio blog?
    grazie


  9. Ma certo! Benvenuto!Mi garba l’idea!


  10. Bellissimo concetto! Sono stra convinta che la lontananza non possa essere un deterrente all’amicizia; forse soltanto un modo obbligato, spesso piu’ articolato, di comunicare..

    SI


  11. io sono sicura che la distanza fisica nn influisce. ed anzi e’ stupendo accorgersi quanto si riesca a riflettere una persona cara, anche se lontana,nei propri occhi e nel proprio cuore.forse e’ l’onesta’ della propria immagine e dei prorpi sentimenti che permette di essere cosi’ limpidi anche se distanti.


  12. le voilà, garbizzata, ohibò!


  13. @Roberta: Il rovescio della medaglia è quando vivi accanto a una persona e la senti lontanissima…o ti senti lontanissima tu…

    @Massimo: Ok, allora mi garba linkarmi anche a me.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: