h1

La bambina che aveva freddo

7 febbraio 2006

C’era una volta una bambina che era povera. E la loro casa era solo una roulotte. Le tende erano strappate, nei mobili c’erano buchi, e c’erano tre grossi buchi nella roulotte. Uno nel pavimento, uno nella parete a destra e uno nella parete a sinistra. E la mamma e il babbo mandavano la bambina a raccogliere un po’ di soldi. Lei cantava meglio che poteva, e un giorno venne un uomo e le disse: “Perchè hai così freddo?” “Perchè la mia mamma è povera e il mio babbo non trova lavoro e per questo non guadagna soldi, e io devo stare qui fuori al freddo.” “Ma io so di un posto dove ci sono i soldi gratis.” E la bambina disse: “Dov’è?” e l’uomo rispose “A Tillertorvet*”. Allora la bambina disse all’uomo che loro non avevano la macchina, e alla mamma e al babbo che dobbiamo andare a Tillertorvet perchè ci danno i soldi. Allora l’uomo gli diede tre biglietti dell’autobus, uno alla bambina, uno al babbo e uno alla mamma. E andarono in autobus a Tillertorvet. E lì gli dettero tanti soldi, e non erano più poveri. Perchè quello era l’Esercito della Salvezza.

*Tillertorvet è un centro commerciale qui vicino, dove nel periodo natalizio l’Esercito della Salvezza aveva un punto di raccolta offerte.

(Maria, sei anni. Traduzione letterale mia)

Annunci

8 commenti

  1. Che brava!
    Mia figlia era capace di mettere a sedere una quindicina di familiari grandi e piccini e mettersi a raccontare storie come queste per un’ora, un po’ strampalate ma con qualche filo logico.
    Come mi pento di non averle trascritte!


  2. Sì, è un peccato, perchè io credo che tra qualche anno questa facilità di raccontare sparirà, quando i bambini cominciano a “pensare troppo” e a rispettare troppo ciò che è stato già detto da altri, che poi è ciò che la scuola principalmente insegna loro.
    Grazie!


  3. Wow!!Alla faccia dei 6 anni!
    Ha talento Maria, e suppongo che non avra’ problemi a coltivarlo se vorra’..
    Falle i miei complimenti!

    SI


  4. Si pensa troppo da adulti esatta-MENTE


  5. Grazie SI, talento è una parola grossa, ma ha molta fantasia ed è curiosa del mondo. La cosa strana è che non abbiamo mai parlato di roulottes bucate o bambini che chiedono l’elemosina, e qui di certo non ne ha visti. Ma l’Esercito della Salvezza l’ha visto…

    Pib: i bambini ci danno sempre grandi lezioni.


  6. fantastica Maria…consiglio dello zio Henry: “non lasciare che la bimba che e’ in te venga messa a tacere; tienila al caldo dentro di te, dalle da mangiare, mettila in una roulotte bella lucente e falla viaggiare con te”

    un bacino


  7. catenata


  8. Grazie a tutti gli zii e zie…
    🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: